1Si avvicinava la festa degli azzimi, chiamata pasqua e cercavano i sommi sacerdoti e gli scribi come toglierlo di mezzo, avevano infatti paura del popolo. 3Entrò Satana in Giuda, chiamato Iscariota, che era dal numero dei Dodici. 4E andato, parlò ai sommi sacerdoti e capi [delle guardie] su come consegnarlo a loro. 5E gioirono e misero insieme argento da dargli. 6E fu d’accordo e cercava l’occasione di consegnarlo a loro lontano dalla folla.
7Venne il giorno degli azzimi, nel quale era necessario immolare [la vittima di] pasqua. 8E [Gesù] mandò Pietro e Giovanni dicendo: «Recandovi, preparate per noi la pasqua, affinché mangiamo». 9Quelli dissero a lui: «Dove vuoi che prepariamo?». 10Quegli rispose: «Ecco entrando nella città vi verrà incontro un uomo che porta una brocca d’acqua. Seguitelo nella casa nella quale entrerà, 11e dite al padrone della casa: “Dice a te il maestro: dov’è la sala dove mangiare la pasqua con i miei discepoli?”. 12Ed egli vi mostrerà una grande sala superiore tappezzata. Lì preparate. 13Giunti, trovarono come aveva detto loro e prepararono la pasqua.