Categoria: Vangelo della settimana (Pagina 1 di 10)

86) Lc 19,11-27

11Avendo essi ascoltato queste cose, stando [Gesù] disse una parabola per l’essere egli vicino a Gerusalemme ed ad essi sembrava che immediatamente dovesse manifestarsi il Regno di Dio. 12Disse dunque: «Un uomo di buona nascita si recò in una terra lontana per ricevere per lui il Regno e tornare. 13Avendo chiamato dieci suoi servi diede loro dieci mine e disse verso di loro: “Datevi da fare nel [tempo] in cui venga”. 14I suoi cittadini lo odiavano e mandarono un’ambasceria a dire: “Non vogliamo che costui regni su di noi”.
15E avvenne nel tornare questi dopo aver ricevuto il Regno e disse che fossero chiamati a lui quei servi ai quali aveva dato il denaro, affinché sapesse come si fossero dati da fare. 16Venne il primo dicendo: “Signore, la tua mina ha dato dieci mine”. 17E disse a lui: “Bene, servo buono, poiché sei stato fedele nel pochissimo, sii avendo autorità su dieci città”. 18E venne il secondo dicendo: “La tua mina Signore ha prodotto cinque mine”. 19Disse anche a lui: ”Anche tu sii [a capo] su cinque città”.
20E l’altro venne dicendo: “Signore, ecco la tua mina che ho riposto nel sudario. 21Ho avuto, infatti, paura di te che sei uomo austero, prendi ciò che non hai posto e raccogli ciò che non hai seminato”. 22Gli disse: ”Dalla tua bocca ti giudico, servo malvagio. Sai che io sono uomo austero, che prendo ciò che non ho posto e mieto ciò che non ho seminato, 23 e perché non hai consegnato il mio denaro a una banca? E io, venendo, con interesse lo avrei ritirato. 24E ai presenti disse: “Toglietegli la mina e datela a chi ne ha dieci”. 25E dissero a lui: “Signore, ha dieci mine”. 26Dico a voi: “A chi ha darà dato, a chi non ha anche ciò che ha sarà tolto”. 27E i miei nemici, quelli che non volevano che io regnassi su di loro, conduceteli qui e trucidateli davanti a me”.

85) Lc 19, 1-10

1Ed essendo giunto, attraversava Gerico. 2Ed ecco un uomo chiamato di nome Zaccheo, ed egli era capo dei pubblicani ed egli [era] ricco. 3E cercava di vedere Gesù chi fosse e non poteva dalla folla, poiché era piccolo di statura. 4E correndo verso avanti salì su un sicomoro per vederlo poiché stava per passare di lì. 5E come venne su quel luogo, alzando lo sguardo Gesù disse verso di lui: «Zaccheo, affrettatoti scendi, oggi infatti nella tua casa bisogna che io rimanga». Ed essendosi affrettato scese e lo accolse gioendo. 7Ed avendo visto tutti mormorarono dicendo: «Presso un uomo peccatore è entrato ad alloggiare».
8Stando Zaccheo disse verso il Signore: «Ecco la metà dei miei beni, Signore, dò ai poveri, e se a qualcuno qualcosa ho estorto restituisco quattro volte tanto». 9Disse verso di lui Gesù: «Oggi la salvezza è avvenuta per questa casa, perché anche costui è figlio di Abramo. 10Infatti il figlio dell’uomo è venuto a cercare e salvare ciò che era perduto».

84) Lc 18, 35-43

35Avvenne nel avvicinarsi egli a Gerico che un cieco era seduto presso la strada mendicando.36Avendo udito mentre la folla passava si informò cosa fosse questo. 37Annunziarono a lui: «Gesù il Nazareno passa». 38E urlò dicendo: «Gesù, figlio di Davide, abbi pietà di me». 39E quelli che precedevano lo ammonivano affinché tacesse, [ma] quegli molto di più gridava: «Figlio di Davide, abbi pietà di me».
40Fermatosi Gesù invitò che egli fosse condotto da lui. Avvicinatosi gli chiese: «Cosa vuoi che faccia per te?». Quello disse: «Signore, che io alzi lo sguardo». 42E Gesù disse a lui: «Alza lo sguardo di nuovo, la tua fede ti ha salvato». 43 E immediatamente alzò lo sguardo e lo seguiva glorificando Dio. E tutto il popolo, avendo visto, diede lode a Dio.

83) Lc 18,24-34

24Vistolo Gesù [diventare triste] disse: «Come difficilmente quelli che hanno beni entrano nel Regno di Dio. 25Infatti è più facile che un cammello entri attraverso la cruna di un ago che un ricco entri nel Regno di Dio».
26Quelli che ascoltavano dissero: «E chi può essere salvato?». 27Egli rispose: «Cioè che è impossibile presso gli uomini è possibile presso Dio».
28Disse Pietro: «Ecco, noi, lasciate le cose nostre, ti abbiamo seguito». 29Quegli rispose loro: «In verità vi dico: nessuno c’è che abbia lasciato casa o donna o fratelli o genitori o figli per il Regno di Dio, 30il quale non riceva molto di più in questo momento e nel secolo che viene la vita eterna».
31Presi i Dodici disse verso di loro: «Ecco saliamo a Gerusalemme, e sarà compiuto tutto ciò che è scritto per mezzo dei profeti sul Figlio dell’uomo. 32Sarà consegnato, infatti, ai pagani e sarà deriso e oltraggiato e coperto di sputi e dopo averlo flagellato lo uccideranno, e il terzo giorno risorgerà». 34Ed essi non intesero nessuna di queste cose ed era questa parola nascosta per loro e non sapevano ciò che era stato detto.

Condivisioni a pag.2

Pasqua – Lc 24,1-12

1Il primo giorno dopo il sabato, di buon mattino, si recarono alla tomba, portando con sé gli aromi che avevano preparato. 2Trovarono la pietra rotolata via dal sepolcro; 3ma, entrate, non trovarono il corpo del Signore Gesù. 4Mentre erano ancora incerte, ecco due uomini apparire vicino a loro in vesti sfolgoranti. 5Essendosi le donne impaurite e avendo chinato il volto a terra, essi dissero loro: «Perché cercate tra i morti colui che è vivo? 6Non è qui, è risuscitato. Ricordatevi come vi parlò quando era ancora in Galilea, 7dicendo che bisognava che il Figlio dell’uomo fosse consegnato in mano ai peccatori, che fosse crocifisso e risuscitasse il terzo giorno». 8Ed esse si ricordarono delle sue parole.
9E, tornate dal sepolcro, annunziarono tutto questo agli Undici e a tutti gli altri. 10Erano Maria di Màgdala, Giovanna e Maria di Giacomo. Anche le altre che erano insieme lo raccontarono agli apostoli. 11Quelle parole parvero loro come un vaneggiamento e non credettero ad esse.
12Pietro tuttavia corse al sepolcro e chinatosi vide solo le bende. E tornò a casa pieno di stupore per l’accaduto.

82) Lc 18,15-23

15Conducevano verso di lui anche gli infanti affinché li toccasse. Vedendo, i discepoli li ammonivano. 16Ma Gesù, [li] chiamò dicendo queste cose: «Lasciate che i bambini vengano verso di me e non glie lo impedite, di costoro infatti è il Regno di Dio. 17In verità vi dico, chi non accoglie il Regno di Dio come un bambino, non entra in esso».
18E lo chiamò uno dei capi dicendo: «Maestro buono, dopo aver fatto cosa erediterò la vita eterna?» 19Disse a lui Gesù: «Perché mi dici buono? Nessuno è buono se non uno, Dio. 20[Tu] conosci i comandamenti: non commettere adulterio, non uccidere, non rubare, non dire falsa testimonianza, onora il padre e la madre». 21Quegli disse: «Tutte queste cose ho osservato dalla giovinezza». 22Avendo udito Gesù gli disse: «Ancora una cosa ti manca: tutto quanto hai vendi[lo] e dallo ai poveri, e avrai un tesoro nei cieli, e qui seguimi». 23Ma quello avendo udito queste cose divenne triste. Era infatti assai ricco.

Condivisioni a pag.2

81) Lc 18,9-14

9Disse anche verso alcuni, che erano persuasi in loro stessi di essere giusti e disprezzavano gli altri, questa parabola. 10 Due uomini salirono al tempio a pregare, uno fariseo e l’altro pubblicano. 11Il Fariseo, stando, verso se stesso queste cose pregava: «O Dio, ti ringrazio poiché non sono come gli altri tra gli uomini, ladri, iniqui, adulteri, o anche come questo pubblicano. 12Digiuno due volte di sabato, [e] pago la decima di tutto ciò che possiedo». Il pubblicano, stando lontano, non voleva sollevare al cielo neanche gli occhi, ma battendosi il suo petto diceva: «O Dio, perdona me peccatore». 14Vi dico, costui discese giustificato alla sua casa rispetto a quello. Poiché chiunque innalzi se stesso sarà umiliato, chi umilia se stesso sarà innalzato.

Condivisioni a pag.2

80) Lc 18,1-8

1Diceva loro una parabola sulla necessità che essi pregassero sempre e di non inasprirsi, dicendo: «C’era in una città un giudice che non temeva Dio e non aveva rispetto dell’uomo. C’era una vedova in quella città e andava da lui dicendo: “Fammi giustizia con il mio avversario”. 4Ed [egli] non voleva per [lungo] tempo. Dopo queste cose disse in se stesso: “Se anche non temo Dio, né ho rispetto di uomo, a causa del procurarmi fatica di questa vedova [le] farò giustizia, affinché non venga fino alla fine a tormentarmi”». 6Disse il Signore: «Ascoltate cosa il giudice di iniquità dice. 7[E] Dio non farà la giustizia dei suoi eletti che gridano a lui giorno e notte, e sarà paziente con loro? 8Vi dico che farà giustizia loro in fretta. Ma il Figlio dell’uomo, venuto, forse che troverà la fede sulla terra?».

Condivisioni a pag.2

79) Lc 17,20-37

20Interrogato dai Farisei quando venisse il Regno di Dio, rispose loro e disse: «Non viene il Regno di Dio con osservazione, 21né diranno: “eccolo qui o lì”. Ecco infatti il Regno di Dio [è] dentro di voi».
22Disse verso i discepoli: «Verranno giorni che desidererete vedere uno solo dei giorni del Figlio dell’uomo, e non lo vedrete. 23E vi diranno: “eccolo lì, o eccolo qui”. Non partite e né seguite[li]. 24Come il lampo, lampeggiando, brilla da ciò che è sotto il cielo a ciò che è sotto il cielo, così sarà del Figlio dell’uomo [nel suo giorno]. 25 [Ma] prima bisogna che egli soffra molte cose e sia ripudiato da questa generazione.
26E come avvenne nei giorni di Noé, così sarà anche nei giorni del figlio dell’uomo. 27Mangiavano, bevevano, si ammogliavano, si maritavano, fino al giorno in cui Noé entrò nell’arca e venne il cataclisma e morirono tutti. 28Parimenti come avvenne nei giorni di Lot: mangiavano, bevevano, compravano, vendevano, piantavano, costruivano. 29Ma nel giorno in cui Lot uscì da Sodoma, piovve fuoco e zolfo dal cielo e uccise tutti.
30Secondo queste cose sarà nel giorno [in cui] Figlio dell’uomo si svelerà. 31In quel giorno chi sarà sulla terrazza e le sue cose in casa, non scenda a prenderle. E chi nel campo similmente non si volti [per tornare] indietro. 32Ricordatevi della donna di Lot. 33Chi cercherà di conservare la propria vita la ucciderà, chi invece la ucciderà resterà in vita. 34Vi dico, in quella notte due saranno in un letto: uno sarà preso e l’altro lasciato. 35Due saranno a macinare nello stesso [luogo]: una sarà presa e l’altra lasciata». 36.
37E rispondendo dicono a lui: «Dove Signore?». Disse loro: «Dove il corpo, lì anche gli avvoltoi si raduneranno».

Condivisioni a pag.2

78) Lc 17,11-19

11E avvenne nell’andare a Gerusalemme che egli attraversava in mezzo Samaria e Galilea. 12E giunto in un villaggio vennero incontro a lui dieci uomini lebbrosi, i quali stavano distante, e quelli alzarono la voce dicendo: «Gesù, capo, abbi pietà di noi». 14E visti[li] disse loro: «Andando, mostratevi ai sacerdoti», e avvenne nell’andare che furono purificati.
15Uno di loro, vedendo che era stato guarito, si voltò con gran voce lodando Dio, 16e si gettò sul volto ai piedi di lui ringraziandolo. Ed egli era samaritano. 17Rispondendo Gesù disse: «Non sono stati purificati dieci? Gli altri nove dove [sono]? 18Non è stato trovato chi si voltasse indietro a dare gloria a Dio se non questo straniero?». 19E disse a lui: «Alzatoti, va’, la tua fede ti ha salvato».

Condivisioni a pag.2

« Articoli meno recenti