9Gli chiedevano i suoi discepoli che cosa fosse quella parabola. 10Egli disse: «A voi è dato di conoscere i misteri del regno di Dio, agli altri [è dato] in parabole, affinché vedendo non vedano e udendo non intendano. 11Questa è la parabola: «Il seme è la parola di Dio. 12Quelli sulla strada sono coloro che ascoltano, poi viene il diavolo e porta via la parola dai loro cuori, affinché non credendo siano salvati. 13Quelli sulla pietra [sono] coloro che quando ascoltano con gioia accolgono la parola, e costoro non hanno radice, credono per un tempo e in tempo di tentazione si distaccano. 14Quello caduto nelle spine, costoro sono quelli che avendo ascoltato, e camminando sottoposti alle preoccupazioni e alla ricchezza e ai piaceri della vita soffocano e non giungono a maturazione. 15Quello [caduto] nella terra buona, costoro sono quelli che ascoltano la parola con cuore bello e buono, lo trattengono e portano frutto con sottomissione. Nessuno, presa una lampada, la nasconde con un vaso o la pone sotto un letto, ma [la] pone sul lucerniere, affinché quelli che entrano vedano la luce. 17Non infatti c’è cosa nascosta che non diventi manifesta, né cosa segreta che non sarà conosciuta e [che] sarà venuta a manifestazione. 18Guardate dunque come ascoltate. [A] Chi infatti ha, a lui sarà dato. E [a] chi non ha, anche ciò che ritiene di avere sarà tolto da lui».

Lc 8,9-18