15Avendo udito uno dei commensali queste cose gli disse: «Beato chi mangerà pane nel regno di Dio». 16Quegli rispose a lui: «Un uomo faceva una grande cena, e chiamò molti, e mandò il suo servo a ora di cena a dire ai chiamati: “venite, poiché è pronto”. 18E cominciarono da uno tutti a scusarsi. Il primo gli disse: “Ho comprato un campo e ho necessità di andare a vederlo. Ti prego di considerarmi scusato”. 19E un altro disse: “Ho comprato cinque gioghi di buoi e mi reco a provarli. Ti prego di considerarmi scusato”. 20E un altro disse: “Ho preso moglie e per questo non posso venire”. 21E tornato il servo annunciò al suo signore queste cose. Allora il padrone di casa, adirato, disse al suo servo: “Va’ subito per le piazze e strade della città e i poveri e storpi e ciechi e zoppi conduci qui”. 22E disse il servo: “Signore, è accaduto quanto hai comandato, e c’è ancora posto”. 23Disse il Signore al servo: “Va’ verso per le strade e le siepi e costringili a entrare affinché sia riempita la mia casa. 24Vi dico infatti che nessuno di quegli uomini che sono stati chiamati gusterà la mia cena”».